Circolare nuovi adempimenti Studi Medici

Riferimenti normativi:
Art. 3, D.Lgs. n. 175/2014
DM 31.7.2015
Provvedimento Agenzia Entrate 31.7.2015
Istruzioni operative Progetto T essera SanitariaTale circolare informativa riguarda il nuovo adempimento relativo alla trasmissione telematica delle spese mediche da parte dei professionisti medici e odontoiatri al fine di permettere all’Agenzia delle Entrate la corretta elaborazione del modello 730 precompilato relativo ai redditi 2015, dei Vostri pazienti, ai sensi dell’art. 3, co. 3, del D.Lgs. 175/2014. A tale motivo le strutture sanitarie e i medici e odontoiatri iscritti all’ordine devono trasmettere, entro il 31/01 di ogni anno, in via telematica, i dati relativi alle spese sanitarie così come riportati nel documento fiscale da Voi emesso. Si sottolinea che la normativa prevede l’obbligo già per l’anno 2015.
L’OBBLIGO DI TRASMISSIONE RIGUARDA TALI TIPOLOGIE DI SPESA:
Spese per prestazioni di assistenza specialistica amb. esclusi gli interventi di chirurgia estetica;
Visite mediche generiche e specialistiche o prestazioni diagnostiche e strumentali;
Prestazioni chirurgiche ad esclusione della chirurgia estetica;
Interventi di chirurgia estetica ambulatoriali o ospedalieri;
Certificazioni mediche;
Altre spese sanitarie non comprese nell’elenco.
MODALITÀ DI INVIO DELLE SPESE SANITARIE
Il già citato art. 3, comma 3, D.Lgs. n. 175/2014 prevede che le informazioni concernenti le spese sanitarie siano messe a disposizione dell’Agenzia delle Entrate attraverso il Sistema Tessera Sanitaria (STS).
Come precisato dal MEF, l’invio dei dati può essere effettuato dal medico / odontoiatra direttamente oppure tramite un soggetto terzo delegato (soggetto abilitato Entratel).
In particolare si evidenzia che:

• sia in caso di invio diretto (medico) che tramite un soggetto terzo delegato (commercialista), il medico / odontoiatra deve essere in possesso delle credenziali per accedere all’area riservata del STS;

• in caso di delega ad un soggetto terzo, quest’ultimo deve “perfezionare la procedura di delega” attraverso il sito Internet del STS nonché inoltrare specifica richiesta alla Ragioneria Generale dello Stato (RGS).

Tenuto conto della particolare modalità di trasmissione e relative sanzioni (euro 100,00 ad errore) diviene fondamentale la rilevazione corretta del codice fiscale del paziente.
In relazione a quanto sopra, questo Studio si rende disponibile ad ulteriori delucidazioni e/o all’eventuale espletamento dei nuovi adempimenti a carico dei soggetti di cui alla presente.